Animazione · Articoli

Pikotaro’s Lullaby La La By: Anime s1 ep2 Le tre accette

pikotaro anime
-pikotaro-

(Qui trovate un approfondimento sulla serie)

INTRODUZIONE
Aloha qui è il vostro Anketsu e benvenuti a questo nuovo commento.
Torniamo nuovamente ad immergerci nello strambo mondo di Pikotaro’s Lullaby La La By, serie anime del 2017 che vede per protagonista il nostro pazzoide cantante/comico nipponico famoso per il suo tormentone PPAP Pen Pineapple Apple Pen.

Se non conoscete la serie vi lascio sia qui che a fine articolo, il link al primo episodio.
In questa raccolta di cortometraggi animati (con regia di Takashi Taniguchi e produzione dello studio DLE) vedremo il lato nascosto delle più famose fiabe e storie della nostra infanzia.
Prendete ogni cosa che sapete sui classici della letteratura per bambini e Buttateli direttamente nel cesso, qui a prendere in mano la situazione è Pikotaro.

Ogni racconto si basa sull’originale ma lo ripropone in maniera completamente stravolta e demenziale.
Non fatevi troppe domande, preparatevi solo a rincretinirvi guardando il livello di stupidità del nostro protagonista.

(Alla fine trovate il link agli altri episodi)

COMINCIAMO!
Questa volta è il turno della storia delle tre accette, conosciuta anche come la storia del taglialegna onesto.
(Se non conoscete il racconto originale correte a fine articolo nel box delle considerazioni dove ve ne parlerò più approfonditamente)

Un ragazzo si sta comodamente rilassando vicino ad un pacifico laghetto.
La natura e la pace di questo paesaggio riuscirebbero a restaurare l’anima anche del più scorbutico degli esseri umani, ma ecco che accade, il male discende tra di noi.
PIKOTARO EMERGE DELLE ACQUE!

Non è una bella dama pronta a consegnare Excalibur, non è una sirenetta desiderosa di conoscere il mondo, è molto peggio di tutto ciò, è un comico giapponese che spara cazzate!

Dopo l’iniziale stupore, il ragazzo che ha assistito a questa insolita presentazione si riprende e rivolge la parola allo strano tizio.
Pikotaro ha in mano diverse accette e con fare ambiguo domanda “ehi tu ragazzo, hai buttato queste accette nel mio lago?”

Il giovane molto candidamente risponde “ma che vuoi? chi sei? io non ho fatto niente, mi stavo rilassando, non sono mica un taglialegna a me piace il baseball”.
A quanto pare le esce lanciate nel lago hanno disturbato la concentrazione del nostro cantante proprio nel momento di massimo impegno, ovvero la creazione di una nuova melodia.
(Non che ci voglia chissà che sforzo, l’altra volta ha fatto una canzone su una mela e un ananas)

Se ve lo state chiedendo, SI, Pikotaro per scrivere canzoni si immerge in un lago e inizia scrivere …. sott’acqua …. con carta e penna …. va bene.

A questo punto il nostro protagonista dall’abito dorato e scintillante propone una scelta al giocatore di baseball.
Preferisci avere l’ascia d’oro, quella d’argento o un mia fantastica ed unica canzone magica???

Ovviamente signori e signore, ma che cosa poteva il nostro ragazzo se non il fantomatico mixtape.
Parte così una breve melodia di Pikotaro relativa alla terra, al cielo, alle stelle, agli insetti …. insomma, c’entra con tutto tranne che con le asce.

Una volta finito il suo ritornello e constata l’onesta del ragazzo, Pikotaro si immerge nuovamente e al suo ritorno, in testa l’uomo ha una palla da baseball!

E niente, la puntata finisce così, non sul serio.
Dico davvero! non c’è altro, lo so che vi sembra una cagata senza capo ne coda, è la stessa impressione che ha dato a me però è così, è il mistero della fede secondo Pikotaro …. probabilmente il tutto ha un senso ma non lo sa neanche lui.

CONSIDERAZIONI
Come promesso all’inizio, vi parlo brevemente della storia originale che c’è dietro questa parodia.
La storia delle tre accette è un racconto che ha per protagonista un vecchio signore che di lavoro fa il taglialegna.
Lui e sua mogli non hanno molti soldi e riesco a malapena a sopravvivere.

Uno sfortunato giorno l’unico possedimento dell’uomo, ovvero la sua accetta logora di ferro e legno, finisce nel vicino fiume e scompare tra i flutti.
La cosa è una vera tragedia, come farà ora a spaccare la legna per portare il cibo in tavola?
Fortunatamente dalle acque emerge uno spirito benevolo che decide di aiutare il povero sventurato.

La donna si immerge in acqua ed esce con una accetta d’oro, una di argento, una di legno e le offre al povero uomo.
Il nostro onesto taglialegna prende solo il proprio utensile e lascia gli altri oggetti di valore allo spritio.
Commossa da tanta onestà, la donna regala gli altri oggetti al nostro eroe il quale, un volta venduti, riesce ad uscirà dalla sua situazione di povertà.

Avendo sentito questo racconto, il giorno seguente un altro uomo si reca presso il lago e getta la sua accetta in acqua.
Si ripete la scena dell’altra volta con lo spirito che compare e offre 3 scelte al suo interlocutore, ma questa volta l’ingordigia ha la meglio e il secondo uomo prova a rubare l’accetta d’oro.
Questo tentativo gli sarà però fatale e lo spirito, come punizione, trascinerà il taglialegna bugiardo sul fondo del lago.

Bene, siamo arrivati alla fine di questo episodio, tocca a voi farmi sapere qualcosa:
Che ne pensate per ora di questo anime e del suo stile demenziale?
Conoscevate già Pikotaro e il suo tormentone che divenne virale qualche anno fa?
La storia del taglialegna non è troppo conosciuta in Italia, voi l’avevate mai sentita?

<–Episodio precedente | Episodio successivo –>

Se il post ti è piaciuto
Followami

Commenta
Lascia Like
Passa dai social
Grazie per la lettura

(non so scrivere, faccio un sacco di errori e
non pubblico nessuna recensione, commento roba e basta)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...