Black Clover – ep 39 Il saluto del Trifoglio

Eravamo rimasti al momento della verità, chi sarà il traditore del regno di Clover, grazie alla magia di Marcus i 2 carcerati confessano, il traditore è il capitano dell’orca viola, effettivamente giravano già da tempo parecchie voci e sembra che tutto sommato dietro queste dicerie ci fosse un fondo di verità, il capitano prova in tutti i modi a scagionarsi dalle accuse ma vedendo che la situazione non migliora, decide di darsela a gambe levate usando la sua magia, egli è in possesso di un particolare tipo di mana che gli permette di diventare invisibile e intangibile per un certo lasso di tempo, così da poter scapapre indisturbato.

(Alla fine trovate il link agli altri episodi)

Poco prima di riuscire a scappare Asta grazie alla sua anti magia riesce ad annullare la magia di camuffamento, anche se invisibile grazie al Ki il ragazzo riesce a percepire la sua presenza, ad aiutare il ragazzo del toro nero sopraggiunge il capitano Rill che grazie alla sua magia di pittura riesce ad immobilizzare una volta per tutte il fuggiasco, scrutando nella sua memoria vengono a galla parecchie azioni illecite tra cui quella di arpire i magi della barriera per permettere l’attacco alla capitale, finito l’interrogatorio l’imperatore magico convoca in pirvato Yami e Asta, rivelando loro che oltre al nome del traditore i 2 prigionieri avevano confessato che la stele a forma di cabala con le pietre incastonate nelle Sephiroth che avevamo visto qualche episodio fà ha lo scopo di donare un potere illimitato ai suoi utilizzatori, l’unica cosa da fare è riunire tutte le peitre necessarie, una di quelle era appunto il rubino rubato a Fuegoleon.

Al nemico mancherebbero solo 3 pietre per completare la stele, una di esse si trova in un tempio sommerso in una regione ipermagica, ovvero, zone in cui la magia è così forte da essere particolarmente inospitali e soggette a diversi cataclismi naturali, L’imperatore Julius decide di assegnare il compito di recarsi al tempio sommerso prorio al toro nero, assisitiamo ad un’altro breve flashback sul primo incontro tra il capitano del toro e Julius quando ancora non era imperatore magico, sembra Yami sia molto affezzionato all’imperatore che da giovane decise di prenderlo sotto la sua ala invece di scanzarlo come facevano tutti per via della sua diversità.

CONSIDERAZIONI: Non mi è piaciuta per niente la gestione del Ki in questa puntata, sappiamo tutti come funziona il Ki nella tradizione giapponese/cinese ovvero è come una sorta di aura, il fatto è che durante lo scontro contro Litch Yami spiega il Ki in maniera totalmente diversa, dalle sue parole il Ki in questo anime viene usato nel senso tradizionale del termine, ovvero un’insieme di dettagli comportamentali, visivi e uditivi attraverso i quali si riesce ad intuire l’intenzione del nemico semplicemente vedendo i piccoli movimenti del corpo, già non mi era piaciuto per niente che in 2 episodi Asta padroneggiasse il Ki come se non fosse niente, in più ora il Ki è diventato praticamente L’aura di DragonBall, no, mi dispiace proprio brutta come gestione, è ovvio che al mangaka serviva che Asta sviluppasse un power up “intermedio” non legato al suo grimorio, ma questo è ridicolo, se lo vuoi fare, mi facevi vedere Yami che allenava Asta poi facevi un semplice timeskipe di 3/4 mesi in cui il ragazzo aveva imparato le basi del Ki, semplicissimo sprecavi si e no 30 secondi, purtroppo non ha senso prendersela, succede sempre negli Shonen, i magaka giapponesi non sanno gestire i tempi di allenamenti in modo credibile, arrivando sempre a far uscire assurdità del tipo ragazzini di 14 anni che in una settimana diventano più forti di adulti 30 anni, (questo ovviamente succede per far sentire i ragazzini più al centro della storia) ci sono solo 2/3 mangaka di Shonen capaci di creare una curva di miglioramento dei persoanggi in modo credibile.

P.S. qui trovate il link per il mio post Instagram relativo alla serie, mentre qui trovate il link alla mia pagina, lasciate un follow ed unitevi alla community!

<–Episodio precedente / Episodio successivo–>

Se il post ti è piaciuto
Followami

Commenta
Lascia Like
Passa dai social
Grazie per la lettura

(non so scrivere, faccio un sacco di errori e
non pubblico nessuna recensione, commento roba e basta)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...