Armor Shop for Ladies & Gentlemen: Anime s1 ep1 [commentary]

armeria per dame e gentiluomini anime lilietta
-lilietta-

INTRODUZIONE
Olà qui è il vostro Anketsu e benvenuti a questo nuovo commento, oggi si parla di Armor Shop for Ladies & Gentlemen (Armeria per dame e gentiluomini).
Questa particolarissima serie shonen nasce sotto forma di manga ad opera del mangaka Fumi Ayamiya per poi trasformarsi in anime grazie alla direzione del buono Junichi Yamamoto e produzione dello studio IMAGICA Lab.

La storia è composta da cortometraggi animati che mischiano grafica pixellosa in stile vecchio videogame e disegno tradizionale.
Il fulcro attorno a cui ruota tutta la trama è abbastanza ridicolo, abbiamo una strana armeria, popolata da stani clienti e al cui interno vengono venduti strani oggetti.
Infatti in questa ambientazione fantasy, la nostra armeria si impegna vendere solo armature SEXY!
Siete confusi? pure io! ma non preoccupatevi si sitemerà tutto, ora mettetevi comodi e godetevi la lettura del commentary, buona lettura!

(Alla fine trovate il link agli altri episodi)

armeria per dame e gentiluomini videogame pixel anime
-maledetti slime-

COMINCIAMO!
La prima scena della serie ci mostra un mondo completamente pixelloso e bidimensionale.
In una piccola zolla di terra (che come spesso accade nei jrpg quando ci sono le area di combattimento, sembra sospesa in aria) vediamo un prato fiorito con al centro una donzella.
Dalla parte opposta a lei si avvicina un ragazzo in fuga da una marmaglia di slime mostruosi che vogliono papparselo.
Quando tutto sembra ormai perduto per il giovane fatto di quadratini, la nostra fanciulla dei fiori arriva, si para tra lui e i mostri, tira fuori il suo scudo …. e inizia a fracassare tutti di mazzate in piena bocca.
Praticamente è overkill, gli slime vengono completamente distrutti e rimandati a pedate da dove erano arrivati.

Giusto il tempo di assicurarsi che il ragazzo sia in grado di camminare e la ragazza scompare misteriosamente così come era comparsa.
Dietro la giovane lascia qualcosa, non è la scarpetta di cristallo stile Cenerentola ma è un sacchetto dell’armeria!
(Se ci avete fatto caso questa scena con uno dei protagonisti che viene attaccato da un gruppo di mostri e così facendo conosce uno degli altri protagonisti, è un super classico dei videogiochi di ruolo giapponesi, in particolare questa versione con gli slime è molto accostabile a Dragon Quest).

Dopo esserci goduti la bravissima opening ultra colorata, (che praticamente è stata una lista di dipendenti visto che vengono elencati i nomi e basta con un debole accenno musicale) ci spostiamo in un vicino centro abitato, ma questa volta la “grafica” si trasforma e da pixelloso passiamo al buon vecchio disegno tradizionale in 2D che siamo abituati a vedere nelle serie di animazione.
In questa nuova veste conosciamo meglio i personaggi, il ragazzo dai capelli chiari è Kautz occupazione: disoccupato (don’t worry mate ti siamo vicini, sicuro troverai lavoro anche tu se non molli).
Mentre sulla sua spalla c’è Mokuku, un …. diciamo …. coniglietto con una cravattina rossa, la sua occupazione è semplicemente essere un animaletto carino (super onesta come cosa, come dicono su Futurama “bisogna fare quello che bisogna fare” e qui qualcuno doveva pure fare la mascotte coccolosa della serie)

kautz lilietta narden armeria
-AMBIGUO-

Gironzolando, il giovane si trova davanti l’armeria il cui indirizzo era scritto sul sacchetto perso dalla ragazza con lo scudo.
Deciso a ringraziarla cosa si deve Kautz entra nel negozio e ……. vi descrivo la scena così come viene mostrata, poi decidete voi se prenderla seriamente o meno.
Kautz si affacia alla porta e davanti a lui c’è la ragazza dello scudo mezza nuda a gambe aperte con al centro un gentleman che armeggia e ripete frasi del tipo “è stretta, non entra”, “muovi di più il bacino” e cose simili.
Voi che avreste pensato davanti a una scena così?
Ovviamenteeeee era un semplice testa per l’ultima armatura di Narden, capo fabbro e proprietario del negozio (eh pure voi, era ovvio no, si sa che le armature si testano stando mezzi nudi e dicendo frasi ambigue, le basai raga).
La ragazza è invece Lilietta, commessa del negozio di armature e indossatrice/promotrice delle creazioni del suo capo.

Narden ha impostato la sua attività in modo da poter perseguire il suo personalissimo e ambiguissimo sogno ovvero, fare in modo che ogni abitante del mondo possa un giorno indossare un completo da battaglia osè!
(Sconfiggere la fame nel mondo? Curare il cancro? Far cessare tutte le guerre? nonono questi sono sogni da babbi, far si che tutti indossino roba stramba ambigua è il sogno dei veri pro player)

L’unico problema è che gli affari non vanno troppo bene, anche perché a tenere la contabilità c’è Lilietta che non sa fare neanche 2+2.
Vedendo la situazione, Istintivamente Kautz si offre di fare da contabile per il negozio.
Voi direte, ma quale scemo affiderebbe ad un estraneo appena conosciuto e che non lo fa neanche di professione la contabilità del suo negozio?
A quanto pare quello scemo si chiama Narden!
Ed ecco infatti che compare il messaggio, che come in un gioco, indica il completamento della prima quest: “Kautz è stato assunto presso l’armeria per dame e gentiluomini!“.
(Praticamente una storia di denuncia sociale contro il precariato? nahhhhh è solo una commedia trashosa divertente)

armeria per dame e gentiluomini opening
-una scena dell’opening-

CONSIDERAZIONI
Siamo arrivati alla conclusione di questa prima puntata, che ve ne pare di questa parodia dei giochi di ruolo?
Capita spesso che nei classici giochi fantasy le armature che forniscono valori più alti di difesa siano in realtà dei laccetti di stoffa che a conti fatti non proteggono nulla, qui la cosa viene portata all’estremo, vi convince come idea? Fatemelo sapere con un commento.
Invece che ne pensate dei cortometraggi come mezzo narrativo? io ve ne sto portando diversi perché li trovo strani e diversi dal solito, (ultimamente abbiamo parlato di cose come Suddenly Egyptian God, JUNK GAME, One Room, Skull-face Bookseller, Pikotaro’s Lullaby, KAPIBARASAN, Bottleneck, Wacky TV, SparkShorts, Silly Symphonies ecc.ecc.) in particolare la natura sexy e demenziale di questa serie mi ricorda un po’ DOGEZA.


Episodio successivo >>

Se il post ti è piaciuto
Followami

Commenta
Lascia Like
Passa dai social
Grazie per la lettura

(non so scrivere, faccio un sacco di errori e
non pubblico nessuna recensione, commento roba e basta)

4 risposte a "Armor Shop for Ladies & Gentlemen: Anime s1 ep1 [commentary]"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: