Saint Seiya: Anime s1 ep1 Pegasus l’invincibile [commentary]

seiya pegasus

Olà qui è il vostro Anketsu e benvenuti ad un commentary leggendario, ma che dico leggendario di più, questo è un commentary DIVINO!
Stiamo per entrare nel mondo dei Cavalieri dello Zodiaco, nati nel 1985 come manga ad opera di Masami Kurumada e pubblicati da Shueisha sulla rivista Weekly Shonen Jump (la stessa di My hero academiaDeath noteBlack CloverYugiohLe bizzarre avventure di JoJo, Demon SlayerJujutsu kaisen, Kenshin, Monster 8 ecc.).
Successivamente questi guerrieri si sono fatti strada in tutto il mondo grazie all’anime del 1986 con regia di Kozo Morishita e animazioni della Toei Animation (nota per One Piece, Sailor Moon, Ken il guerrieroDragon BallDigimon).
Tra gli altri nomi illustri, al character design troviamo l’iconico duo formato da Michi Himeno e Shingo Araki.

In questo shonen pieno d’azione vestiremo i panni dei sacri guerrieri della dea Atena che devono il loro potere alle costellazioni celesti al cui interno risiede l’energia del Big Bang.
Questa energia se dosata a dovere, permette di controllare la materia e gli atomi come se fosse una vera e propria scienza.
Senza ulteriori indugi, mettetevi comodi ed unitevi a me in questo mix unico di mitologia e astronomia, buona lettura!

(Alla fine trovate il link agli altri episodi)

Saint seiya ban jabu
-jabu e ban-

COMINCIAMO!
Colosseo, una versione moderna del Colosseo, riveduta e ricostruita direttamente in Giappone, per la precisione a Nuova Luxor.
All’esterno la folla e le macchine si litigano i posti per entrare mentre al suo interno i lottatori in armatura combattono la Guerra Glattica.
Attualmente sono due i lottatori in campo, da una parte in armatura viola abbiamo Jabu della costellazione dell’Unicorno mentre dall’altra in armatura arancione c’è il possente Ban del Leone minore.
Lo scontro è molto acceso e pieno di colpi di scena ma per scoprire l’esito della battaglia dovremo aspettare, per ora ci spostiamo lontani, in Grecia.
Qui altri 2 guerrieri sono impegnati in una lotta senza fine per il controllo della sacra armatura di Pegasus.

Da una parte vi è l’enorme Cassios originario di questa terra, mentre dall’altra abbiamo il mingherlino Seiya di Nuova Luxor.
Il primo ha uno stile di lotta basato unicamente sulla forza bruta garantita dalla sua stazza fuori misura, mentre il secondo sembra avere uno stile più complesso, elegante e basato sulla connessione con le forze celesti.
Dando uno sguardo al passato possiamo infatti assistere agli insegnamenti impartiti da Castalia al piccolo Seiya.
La maestra insiste molto sulla connessione tra uomo e stelle, tutto nel mondo e anche nell’universo è costituito di atomi e dentro ognuno di essi risiede ancora una piccola parte dell’energia primordiale che si sprigionò con il Big Bang.

Essere cavalieri di Atena significa proprio riuscire a padroneggiare questa energia, chiamata cosmo e portarla ai limiti estremi per compiere imprese impossibili.
Anche se non lo vediamo, tutto attorno a noi è governato dal cosmo e grazie ad esso tutto è controllabile.
Prendete i muscoli del copro umano per esempio, anche loro sono fatti di atomi e se vengono spinti con una certa energia possono generare colpi devastanti, al contrario se vengono colpiti da una certa vibrazione si possono ricevere danni fatali.
(A conti fatti tutti gli attacchi e le tecniche segrete della serie sono spiegabili usando questo principio, il ghiaccio è generato da un rallentamento degli atomi, il fuoco dalla loro velocizzazione, le illusioni mentali da una alterazione dei nervi e così via)

pegasus vs cassios
-contro cassios-

Con l’avanzare dallo scontro questa differenza di stili inizia a farsi sentire, infatti se prima a dominare la scena c’erano i colpi ignoranti di Cassios, ora il ritmo dello scontro è dettato da Seiya il quale con un singolo colpo riesce a mozzare l’orecchio del nemico.
Ferito e dolorante il titanico avversario inizia a realizzare che le cose ormai sono cambiate, non ci troviamo più ai tempi dell’infanzia dove la differenza di stazza era uno svantaggio insormontabile.
Ora che Cassios è a terra, davanti a lui si erge Seiya che come governato da uno spirito celeste inizia a tracciare in aria con le mani quelle che sono le stelle della costellazione di Pegasus.
Questo non è un tentativo di impressionare l’avversario ma è una vera propria strategia atta ad aumentare la connessione con la forza cosmica della propria costellazione, così da radunare al proprio interno quanto più cosmo possibile.

La cosa funziona anche più del dovuto e Cassios viene travolto da una valanga di colpi supersonici alla bocca dello stomaco che lo lasciano inerme e riverso in una pozza di sangue.
Questo segna la fine delle danze, l’ultimo ancora in piedi tra i mille combattenti che nel corso degli anni hanno tentato l’impresa è Seiya, a lui e a lui soltanto spetta l’onore di indossare le sacre vestigia di pegasus.
Questo onore però comporta anche dei doveri, la dea Atena è la protettrice della giustizia e se si vuole servirla al meglio non bisogna mai indossare la sua armatura per compiere atti riprovevoli od egoistici.

Purtroppo l’entusiasmo di Seiya e Castallia avrà vita breve, infatti poche ore dopo il calar del sole un plotone di soldati attacca i nostri 2 eroi.
Al comando di questa piccola ma devastante forza militare vi è Tisifone, la maestra di Cassios che non sembra voler accettare la sconfitta.
Per regolare una volta per tutte i conti, lei e Seiya iniziano uno scontro mortale tra cavalieri.
Durante le sequenze in cui i due si scambiano i rispettivi colpi, possiamo sentire distintamente il filo dei pensieri che si affrettano nelle loro menti.

tisifone cobra incantatore
-tisifone vs seiya-

Da una parte Seiya si concentra sul cercare le aperture e dare più forza possibile ai suoi colpi mentre dall’altra Tisifone riesce chiaramente ad anticipare e discernere ognuno degli 85 pugni che il suo avversario riesce a scagliare durante ogni secondo.
Anche se per noi 85 colpi al secondo possono sembrare una quantità fuori di testa, per il mondo dei guerrieri di Atena questo numero non è ancora sufficiente e non basta a raggiungere la velocità della luce.
Così il colpo del Cobra Incantatore di Tisifone finisce per avere la meglio sul povero Seiya, il quale ormai esausto e pieno di ferite si regge in piedi per miracolo.

Vista la situazione, a Seiya non resta che richiedere l’aiuto dell’armatura di pegasus la quale riconoscendo la gravità del momento risponde senza indugi.
Ora che il nostro protagonista può contare su questo nuovo potere, la potenza dei suoi colpi si moltiplica a dismisura e basta la semplice onda d’urto di un suo singolo pugno per ferire Tisifone alla spalle sinistra.
Purtroppo però, anche così la differenza di esperienza tra il ragazzo e la donna non smette di essere abissale e la guerriera mascherata finisce per avere nuovamente la meglio.
Questo è dovuto al fatto che le armature sacre non sono una semplice arma, ma hanno invece una loro volontà, se gestite al meglio esse possono diventare un veicolo incredibile per canalizzare la potenza della proprio costellazione, ma se invece vengono impiegate male si trasformano in semplici pezzi di metallo.

Una volta ritrovata la determinazione e la lucidità di pensiero che contraddistinguono ogni grande eroe, Seiya lancia finalmente il suo Fulmine di Pegasus alla massima potenza e questa volta la stessa Tisifone viene colpita e Finisce per perdere la maschere che le celava il volto.
Inaspettatamente, a discapito a quello che il suo carattere potrebbe far immaginare, i lineamenti della ragazza sono estremamente giovanili ed aggraziati.
Ora che la battaglia finale è vinta, prima di separarsi e partire per tornare a Nuova Luxor, Tisifone rivolge un ultimo avvertimento al suo avversario “la prossima volta scenderò in campo con la mia armatura e ti ucciderò“.

tisifone senza maschera
– tisifone-

CONSIDERAZIONI
Wow fare questo commento è stata una bella montagna russa di emozioni e ricordi, ogni volta che torno a parlare di Saint Seiya mi sento sempre al meglio e rivedere le puntate mi fa rivivere diversi momenti importanti del passato.
A voi accade lo stesso? fatemelo sapere con un commento qui sotto e già che ci siete, sono curioso di sapere quando avete iniziato a seguire le avventure dei cavalieri e quali sono i momenti della serie che più di tutti fanno bruciare fino all’estremo il vostro cosmo interiore!


Episodio successivo >>

Se il post ti è piaciuto
Followami

Commenta
Lascia Like
Passa dai social
Grazie per la lettura

(non so scrivere, faccio un sacco di errori e
non pubblico nessuna recensione, commento roba e basta)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: