Hard-Boiled Cop and Dolphin: Manga cap 9

Torniamo su Hard-Boiled Cop and Dolphin, tratta del nuovo manga shonen di Ryuhei Tamura edito da Shueisha.
Avevamo lasciato il nostro duo di poliziotti alle prese con due degli esponenti delle ocean gangs.
Entrambi si sono evoluti da un’animale acquatico, nello specifico uno squalo martello e un marlin.
Il loro tempo sulla terra ferma è limitato a poche ora ma questo non impedirà ai due brutti ceffi di spaccare ogni cosa.
In realtà per loro iniziano da subito le prime difficoltà, il povero guidatore del camion che era stato fatto volare poco prima, non era un comune camionista.
Non dovete far incazzare le bestie.
Il vecchietto di 61 anni si rivela essere il leggendario Akio Isoyama, un’ex campione mondiale di wrestling che reduce dei suoi anni migliori, inizia a tirare suplex come se non ci fosse un domani.
Ma questo serve a qualcosa?
Certo che no, per quanto epico il poverino viene steso con un singolo colpo in fronte.

(Alla fine trovate il link per gli altri capitoli)

Il sacrificio del prode camionista/wresteler deve essere onorato ad ogni costo e Samejima non esita a farlo.
Il difensore della legge infatti non esita a fermare il colpo del colosso e a frapporsi tra lui e il vecchietto (il quale viene prontamente soccorso da Orpheus).
Quello che Boyle non aveva previsto è che il potere dello squalo martello permette al nemico di usare la sua chioma come arma.
Anche con le braccia immobilizzate, il più grande dei fratelli riesce tirare una smartellata paura dritta sulla schiena del nostro protagonista.
(Fosse stata la realtà, sopo un colpo del genere sulla schiena, lo avremmo rivisto solo in sedia a rotelle)

Non scordiamoci che oltre a Samejima e Orpheus, sul posto sono presenti anche Umi e gli altri.
Questi purtroppo non possono competere con la potenza dei nemici, per loro l’unica possibilità è nascondersi e sperare di non essere individuati.

Questo però non è possibile perche Kanma Hanma, lo squalo martello, ha infinite sorprese.
Oltre al potere dei capelli, una delle sue altre peculiarità è il gran raggio delle su Ampolle di Lorenzini (la ampolle di lorenzioni sono dei particolari recettori posti nella parte anteriore del muso di alcuni squali, i quali permettono a questi animali di percepire i campi elettromagentici emessi dalle prede, questo è fondamentale per la caccia, in quanto l’apertura al massimo della mascella fa slittare gli occhi di questi animali rendendoli quasi ciechi per qualche istante, invece grazie a questi sensori, l’animale è in grado di percepire gli ultimi movimenti della preda e compensare eventuali codate e movimenti di fuga inaspettati)
Grazie a questo per Kanma individuare Umi e gli altri è una passeggiata.

Sarebbe potuta essere la fine per loro, con Samejima steso e Orpheus troppo distante, niente pavrebbe potuto evitare l’annientamento.
O meglio, niente, tranne una bambina.

Stiamo ovviamente parlando di Chako, la nostra bimba/oracolo non ha paura di nulla.
Normalmente ogni altra persone sarebbe rimasta impietrita davanti alla vista del colosso avvicinarsi ma non lei, lei si mette a ridere.
La forma del martello in testa, le ricorda un Natto-Maki (i Maki sono i classici roll di sushi con il riso e l’argo fuori, che avrete visto migliaia di volte in qualsiasi all you can eat, il Natto invece è una pietanza tradizionale giapponese ottenuta fermentando una gran quantità di fagioli di soia, questo è abbastanza famoso per il suo sapore ….. diciamo per palati forti, le prime volte potrebbe farvi strano e non piacervi da è una di quelle classiche cose che più la mangi più diventa sopportabile e buono)

Questo piccolo intermezzo comico riesce a far guadagnare al gruppo quei pochi secondi vitali.
Samejima infatti riesce a riprendersi e restituire con gli interessi il colpo subito.
Un singolo cazzotto bello pieno in faccia basta per stendere il colosso dai capelli a forma di sushi.
Attenti, non è ancora finita.
(Ok abbiamo imparato che non bisogna mai graffiare gli occhiali di Samejima o si finisce per rifare le stricie pedonali con la faccia)

CONSIDERAZIONI
Il manga sta iniziando ad ingranare (lo so che ormai sono tipo 3/4 capitoli che lo dico ma è vero) l’incipit è stato abbastanza lento rispetto alla media di tutti gli altri shonen pubblicati recentemente ma funziona.
Lo so che lo dico sempre ma bisogna ribadirlo, se un fumetto parte lento ma usa questo tempo per creare una buona base, poi le saghe future saranno molto più stabili e non si rovineranno crollando immediatamente su se stesse.
Perciò, anche se lo so che ora il pubblico vuole azione veloce da subito, abbiate pazienza, se iniziate a leggere qualcosa ma dopo 3 pagine ancora non vedete un power-up e scazzottate varie, non significa che è una merda.

<– Capitolo precedente | Capitolo successivo –>

Se il post ti è piaciuto
Followami

Commenta
Lascia Like
Passa dai social
Grazie per la lettura

(non so scrivere, faccio un sacco di errori e
non pubblico nessuna recensione, commento roba e basta)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...