Interstella 5555: ep13 Face to Face

Qui trovate un approfondimento su Interstella 5555

Siamo alla penultima parte di Interstella 5555.
Il titolo ‘Face to Face’ è tutto un programma, i nostri alieni ormai sono stati scoperti e la loro vera natura è ora sotto gli occhi dell’intera umanità.
La notizia viene annunciata su ogni telegiornale del globo.

(Alla fine trovate il link agli altri episodi)

Ogni dettaglio viene finalmente a galla, la storia dei dischi di memoria, il rapimento dei Crescendolls, il piano di Darkwood e la tecnologia per i viaggi interplanetari.
Anche la nave chitarra del defunto Shep viene recuperata.
Mentre Octava viene ricoverato, tutti gli scienziati terrestri si mettono all’opera per trovare una soluzione alla condizione dei nostri poveri musicisti azzurri.

Il primo passo è ispezionare i resti del maniero del malvagio Darkwood, in realtà non c’è molto di intatto, quasi tutto è andato distrutto durante l’esplosione ma il Veridis Quo sembra essersi salvato.
Grazie al rpezio manoscritto le più brillanti menti dell’umanità elaborano un primo abbozzo di piano.
Calcolando l’esatta traiettoria della circonferenza terreste, si dovrebbe poter sfruttare lo slancio per lanciare uno shuttle di ultima generazione fino al varco spaziale che collega le porziani di spazio tra il nostro mondo e quello degli alieni.

Mentre i 3 amici vegliano sul tastierista malato, fuori dall’ospedale si raduna una folla impressionante, l’iniziale stupore e timore per l’ignoto viene subito vinto e ora tutti sembrano essere pronti a mostrare il loro supporto al gruppo.
Una volta superato il brutto momento, Octave si riprende e il quartetto recupera completamente i ricordi.
Ora non resta che completare i preparativi per la partenza.

Tra i più impegnati abbiamo anche il produttore musicale responsabile dell’etichetta della band.
L’occasione della partenza viene celebrata come un nuovo inizio per l’umanità.
Siamo finalmente riusciti ad essere generosi e altruisti con il prossimo.
(Ah gli omini blu si sono anche ripresi i loro diademi, era ora)

CONSIDERAZIONI
Bel messaggio, reso visivamente molto bene.
Anche se un uomo ha sbagliato e si è fatto prendere dall’avidità non significa che tutti gli altri sono della stessa pasta, ci sono anche brave persone là fuori.
P.S. la canzone dei Daft Punk di sottofondo mi piace da matti, tra le mie preferite del film.

<– Episodio precedente / Episodio successivo –>

Se il post ti è piaciuto
Followami

Commenta
Lascia Like
Passa dai social
Grazie per la lettura

(non so scrivere, faccio un sacco di errori e
non pubblico nessuna recensione, commento roba e basta)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...