Gargoyles: S1 ep1 Il Risveglio pt1

INTRODUZIONE
Iniziamo il commentary di una nuova serie animata, Gargoyles Il risveglio degli eroi.
Nata nel 1994 ad opera di Greg Weisman (e molti altri) con un totale di 3 stagioni e anche una serie di fumetti.
Anche se ad opera della Disney, questa collaborazione tra artisti americani e giapponesi, ci consegna una storia caratterizzata da vicende molto cupe e a tratti pesanti, non mancheranno anche le scene tragiche e inquietanti.
Un fantastico mix tra passato e futuro, fantascienza e temi classici ripresi direttamente dalle tragedie di Shakespeare.

COMINCIAMO
Manhattan, una normale serata come tante nella gigantesca metropoli.
Dal nulla, il cielo si riempie di macigni e detriti che cadono rovinavamente al suolo rischiando di ridurre i passanti a niente più che sottilette.
Qualcosa non quadra, le rocce cadute al suolo mostrano dei segni che ricordano le tracce degli artigli di un’animale ma nel nostro mondo non esiste un’essere in grado di squartare una roccia con i soli artigli vero?
Evidentemente ci sbagliamo.

(Alla fine trovate il link agli altri episodi)

Facciamo un salto nel passato, ci troviamo in Scozia nell’anno 994.
In piena invasione vikinga, vediamo un’assalto al castello che farà da cardine alla storia.
Non una normale roccaforte difensiva come tante, questa ha i suoi difensori personali.
Stiamo parlando dei gargoyle, un’antichissima razza di guerrieri con sembianze mostruose ma dall’animo mite e gentile.
Quando cala la notte, avviene la magia, il corpo dei gargoyle da semplice roccia inanimata si trasforma in viva carne.

Vediamo da subito diversi dei personaggi ricorrenti della serie, sono tutti ottimi guerrieri che si impegnano al massimo per difendere la loro casa ma tra tutti, spicca in particolare lui.
Il capo, il più forte, il più coraggio, l’immenso gargoyle chiamato Golia.
Con loro, la difesa delle mura è assicurata e gli invasori vengono scacciati come mosche.
Purtroppo gli sforzi dei gargoyle non ricevono sempre la gratitudine dovuta.
Anzi non la ricevono proprio mai, i nostri combattenti alati vengono trattati come feccia e tenuti alla lontana dagli umani, i quali guardano le bestie con timore e diffidenza.
In particolare, la regina sembra quasi infastidita dalla sola presenza di questa specie.
L’unico che invece mostra un minimo di affetto e ammirazione per Golia e gli altri è il capitano della guardia.

La situazione stà per cambiare drasticamente, qualcuno trama nell’ombra per rovesciare il regno e guarda il caso, si tratta proprio del sopracitato capitano delle guardie umane.
(Ammazza, non ho fatto in tempo a dire che era l’unico gentile lì in mezzo, la prossima volta ditemelo)
Quest’ultimo dopo essersi messo in contatto con il capo dei vikinghi, fa allontanare con l’inganno Golia, il quale resta bloccato in forma di statua fuori dai confini del regno.
Ora gli invasori del nord hanno la possibilità di attaccare ma sta volta in pieno giorno.
(Eh non lo sò, forse hanno imparato la lezione era pure ora)
Il raid si conclude in poche ore e una volta tornata la notte, dei gargoyle non restano che pezzi sconnessi sparsi ovunque, un genocidio.
(I nostri mostroni alati sono a tutti gli effetti morti, se uno dei membri di questa particolare razza viene distrutto quando è in forma statua, non ha più la possibilità di essere ricomposto e tornare alla vita)

Episodio successivo –>

Se il post ti è piaciuto
Followami

Commenta
Lascia Like
Passa dai social
Grazie per la lettura

(non so scrivere, faccio un sacco di errori e
non pubblico nessuna recensione, commento roba e basta)

11 risposte a "Gargoyles: S1 ep1 Il Risveglio pt1"

Add yours

  1. Questa serie animata è per me tra le migliori mai create. Ho avuto la fortuna di vederla da giovanissimo e poi me la sono goduta nella sua interezza qualche anno fa da DVD. Davvero impressionante in tutti i reparti: disegni, animazione, storie, musiche, voice acting (c’hanno lavorato pure vari attori di Star Trek)… Splendida!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: