The Punisher stagione 2

Ho appena finito di guardare la seconda serie del Punitore di casa Marvel.

Che dire, una serie per persone che apprezzano i fatti invece delle parole, questa stagione si riallaccia dove ci aveva lasciato la prima, con Billy incosciente in ospedale e Frank libero di andare dove desidera grazie all’amnistia dei suoi reati.

Mentre girovagava in cerca di una ragione d’essere Frank si imbatte in donna con cui stringe una relazione amorosa, purtroppo la sfortuna di Frank lo segue ovunque (tipo nuvoletta di fantozzi) e la donna viene coinvolta in una sparatoria tra dei sicari mandati ad uccidere una ragazzina in fuga dopo aver visto qualcosa che non avrebbe dovuto.

Dopo l’accaduto Frank decide di farsi carico dei problemi della ragazzina di prima e farà di tutto per proteggerla e sgominare l’organizzazione di sicari che la insegue.

Nel frattempo, in ospedali Billy (che nei fumetti è il criminale “Mosaico”) si risveglia ma oltre alle cicatrici in faccia anche la sua memoria ha subito dei gravi danni e ogni suo ricordo si ferma ai tempi in cui era ancora nell’esercito.

Questa sarà una recensione piuttosto breve, perchè la trama è abbastanza semplice, la cosa per cui vale la pena guardarla sono le bellissime scene di azione, quindi preferisco darvi una spiegazione superficiale della trama per non rovinarvi troppo i colpi di scena.

Le scene adrenaliniche come dicevo sopra sono veramente ben fatte, ce ne sono per tutti i gusti, scazzottate infinite a mani nude, sparatorie con le armi più disparate e inseguimenti in macchina, tutto contornato ovviamente da esplosioni e bruttali uccisioni con schizzi di sangue ovunque.

Tornando alla trama, Billy non si ricorda nulla ma fugge dalla clinica in cui era ricoverato e si stabilisce a casa della spicologa che lo curava, con cui stabilisce una relazione amorosa, e nel frattempo costituisce una specie di banda criminale formata da veterani.

Dall’altra parte Frank continua la sua lotta per salvare la sua amica, il suo principale antagonista è un killer vestito da prete, la mafia russa e sono coinvolti anche dei senatori senza scrupoli.

Come ho detto mi tengo volontariamente vago sulla trama e vado direttamente a esporre i miei pensieri su questa seconda stagione.

Ho trovato questa serie un pò “moscia” rispetto alla precedente ma è difficile essere oggettivi, la prima serie era molto più coinvolgente con la storia della famiglia di Frank e di quella di Micro.

Il personaggio di Frank è sempre perfetto incazzato al massimo e senza troppi rimorsi, ma al contrario ho trovato qualche contraddizione in certi altri personaggi come Curtis e Billy , non sò voi avete avuto la mia stessa senzazione?

Eccoci alla fine, sono ancora un pò dubbioso su questa serie non riesco a capire se mi è piaciuta o se mi ha deluso, credo che la cosa più sensata per descriverla sia che è una buona serie se vi piace il genere “poche parole” ma semplicemente la prima è stata migliore , forse c’è da dire che hanno anche avuto più tempo per pensarla e realizzarla meglio.

Se il post ti è piaciuto
Followami

Commenta
Lascia Like
Passa dai social
Grazie per la lettura

(non so scrivere, faccio un sacco di errori e
non pubblico nessuna recensione, commento roba e basta)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...