Monster #8: Manga cap4 The old man who became a monster vs monster-like young examinee

(Qui trovate un approfondimento sulla serie)

INTRODUZIONE
Hola! Bentornati a questo nuovo commento.
Stiamo per partire con il quarto capitolo di Monster #8.
(Kaiju no.8)
Si tratta di un manga, disponibile in maniera completamente gratuita su Manga Plus, shonen ad opera di Naoya Matsumoto.

Se non lo conoscete (oltre a lasciarvi qui il commento al primo capitolo) vi faccio una breve introduzione sui temi della serie.
La Terra è invasa dai Kaiju.
(I Kaiju sono i mostroni giganti presenti in tanti film giapponesi, sicuramente conoscerete Godzilla “il re dei mostri“)
Gli unici che riescono ad uccidere questi colossi sono i soldati della squadra speciale di difesa giapponese.
Il trentaduenne Kafka Hibino songava di diventare uno degli appartenenti a questa elite, ma ormai la cosa è sfumata.
Però accade qualcosa, ora l’uomo ha acquisito un nuovo potere che potrebbe permettergli di farcela, a patto che non si faccia uccidere prima.

(Alla fine trovate il link per gli altri capitoli)

COMINCIAMO
Nel capitolo precedente, avevamo lasciato Kafka e Leno intenti a recarsi sul luogo della seconda prova per l’esame di ingresso nelle forze armate.

Il loro primo incontro con la loro compagna di test, Kikoru Shinomiya, non era stato dei migliori.
(Discussioni per il parcheggio, gente che urla, ragazzine che sollevano furgoni con una mano sola, praticamente una classica domenica al centro commerciale)

Oltre a questo, la ragazza potrebbe già aver scoperto la vera natura del nostro protagonista.
Il suo odoro di mostro è difficile da nascondere.
Un professionista potrebbe intuire tutto con una semplice snasata.

Per fortuna, Leno riesce a calmare le acque e fa passare il loro olezzo come un semplice effetto collaterale del lavoro da spazzino di intestini di giganti morti.

Ma per Hibin,o la questione non è per nulla chiusa.
La bambinetta spocchiosa ha pestato i piedi all’uomo sbagliato!!!
Questo si traduce in un tentativo di alzare a sua volta il camioncino aziendale.

Ovviamente la cosa non riesce, la forza della ragazza era infatti dovuta alla sua speciale tuta.
Un comune uomo senza quel portentoso indumento non avrebbe speraze.
Ma vi ricordo che Kafka non è un uomo comune, ed eccolo che riesce a sollevare leggermente il camioncino.
Niente di clamoroso, sono solo pochi centimetri, ma la cosa basta per impressionare Shinomiya.

L’impressa di Kafka è stata possibile grazie ad una trasformazione parziale in mostro.
Ne sarà valsa la pena o questo non avrà fatto altro che insospettire la nostra piccola esaminanda tutto pepe?

Ha inizio il test.
La prima parte è costituita da una prova fisica.
In teoria questo dovrebbe essere il cavallo di battaglia di Hibino.
L’uomo si allena duramente tutti i giorni ma a quanto pare non basta.
Durante la gara di corsa, il nostro mezzo mostro si piazza 219th su 225.

Shinomiya invece, è arrivata quinta.
La ragazza sta già facendo mangiare la polvere ad Hibino.
Intanto, al comando centrale Mina Ashido sta esaminando le schede dei candidati e tra i vari nomi intravede quello del suo caro amico d’infanzia.

Torniamo per un secondo al campo d’addestramento.
Facciamo la conoscenza di diversi nuovi personaggi:
Haruichi Izumu
Arrivato secondo alla corsa, è considerato il più promettente tra i nuovi arrivati.
Iharu Furuhashi
Neo diplomato e il migliore della sua classe, è arrivato terzo nella corsa.
Aoi Kaguragi
Arrivato primo nella corsa, un ragazzo che ha già avuto esperienza sul campo.
E per finire torniamo nuovamente a lei, Kikoru Shinomiya.
Dall’accademia della sezione californiana per l’eliminazione dei mostri.
Ottenne il diploma a soli 16 anni.

La ragazza è ancora più in gamba di quanto pensavamo, ma ora non ha senso stare troppo a rimuginarci sopra.
La seconda misteriosa parte dell’esame, attente i nostri protagonisti.
Stando alle parole di Leno, spesso la cosa riguarda la gestione dei resti dei mostri.
Sarebbe proprio questa la regione che avrebbe spinto il biondino ad iscriversi alla squadra di Kafka.

Ecco il momento della verità.
Tutti gli esaminandi vengono condotti nei pressi di un gigantesco cancello di sicurezza.
A guidare il gruppo abbiamo il vicecapitano della terza squadra speciale, ovvero il diretto sottoposto di Mina Ashido.
Si chiama Hoshina, ed è un giovane ragazzo dai capelli a scodella ed occhi sempre chiusi.
(Stile Brock di Pokemon per intenderci)

Si azionano le sirene ed il cancello si spalanca lentamente rivelando a tutti il suo contenuto.
Non sono resti di mostro, ma VERI E PROPRI MOSTRI.
Il compito degli studenti, oltre a quello di sopravvivere, sarà quello di farne fuori il più possibile.

CONSIDERAZIONI
Il fatto delle prove divise in due parti è una prassi comune in questi manga.
Questo perché come espediente narrativo funziona.
Di solito la parte fisica non va troppo bene ma poi nella seconda, relativa alle “attitudini personali“, il protagonista può dimostrare di avere quel qualcosa che agli altri manca e così far proseguire la trama, ma al tempo stesso non rendendo da subito troppo forte il personaggio principale.
(In realtà la cosa non viene quasi mai sfruttata bene negli shonen e i personaggi diventano ugualmente OP nel giro di pochi volumi)

Come dicevo nel “box delle considerazioni” dei capitoli precedenti, non mi sta piacendo come sta venendo gestita l’età del nostro Kafka.
Ha 32 anni ma me lo stai veramente facendo agire con tutti i classici schemi di un protagonista di 15 anni.
Emarginato senza talento + sblocca dal nulla un potere devastante + corre a realizzare il suo sogno con la forza della determinazione.
Ho capito che sono trovate narrative che piacciono al pubblico e che funzionano, ma se mi inserisci la particolarità di un protagonista adulto poi vorrei che la sfruttassi al massimo.

P.S. come inizio mi sta ricordando molto My Hero Academia.
Vorrei vedere un po’ più di personalità da questa serie.

I mezzi per essere una cosa particolare li hanno, i nemici sono unici, ed essendo dei kaiju si potrebbero avere degli sviluppi interessanti.
(Spero solo che non venga fuori il classico clichè del “i mostri sono un complotto governativo e sono infilitrati tra gli umani” oppure che buttino dentro a caso l’organizzazione malvagia che vuole sfruttare i mostri per conquistare il mondo, sono cose che ho visto mille volte)

P.P.S. ma i tutti i nuovi personaggi che vengono presentati come super mega ultra forti come Izumu, Furuhashi e Kaguragi, non vi sembrano troppo anonimi?
Hanno un character design da classico personaggio secondario.
Chissà se andando avanti saranno importanti, sono curioso.

Ovviamente è presto per parlare, sono sicuro che andando avanti la nostra cara Naoya Matsumoto avrà escogitato qualcosa di unico per la sua creatura.

P.S. qui trovate il link per il mio post Instagram relativo alla serie, mentre qui trovate il link alla mia pagina, lasciate un follow ed unitevi alla community!

<–Capitolo precedente | Capitolo successivo–>

Se il post ti è piaciuto
Followami

Commenta
Lascia Like
Passa dai social
Grazie per la lettura

(non so scrivere, faccio un sacco di errori e
non pubblico nessuna recensione, commento roba e basta)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: