Bokuben e altri annunci Planet Manga

La serie multinome, Bokuben, We never learn, Bokutachi wa Benkyou ga Dekinai, sceglietene uno a caso e usatelo.
(Avete l’imbarazzo della scelta)
La serie con storia e disegni di Taishi Tsutsui, nasce nel 2017 e al momento è ancora in corso con 16 volumi già pubblicati.

L’anime del 2019, prodotto da Studio Silver e Arvo Animation in 13 episodi, ha avuto un buon successo di pubblico.
Questo ha permesso alla serie di guadagnare sempre più popolarità.
Il genere è commedia romantica/harem, daje su tutti isi lamentano dei manga così ma poi ve li comprate uguale, siate onesti, lo so che vi piace il genere.

La trama è abbastanza semplice, Nariyuki Yuiga è un ragazzo al terzo anno di liceo, purtroppo la famiglia del ragazzo se la passa male, sia a livello di soldi che di salute.
La sua unica possibilità per continuare gli studi è ottenere una borsa di studio, la cosa riesce ma c’è una condizione.
Nariyuki deve fare da tutor a 3 ragazze per aiutarle ad entrare all’università.
Le ragazze non sono stupide di loro, anzi eccellono quasi tutti in almeno un campo, l’unica cosa è che nelle altre materie sono totalmente negate.
L’occasione è troppo ghiotta per non essere sfruttata, 1 ragazzo, 3 ragazze, manga harem, è scritto, facile.
Ogni giorno in Giappone, un mangaka si alza e sà che dovrà correre più veloce del fanservice harem.
(Semi cit importante, anche questa è solo per gente con un certo grado di cultura trash)

Il primo numero del manga, uscirà il 25 Giugno, la cosa interessante è che se prenotato entro il 7 Maggio sarà possibile pagare il volume solo 1 euro.
(Non mi è chiara la cosa, come faccio a prenotarlo? le fumetterie sono chiuse e da Amazon non lo trovo, se uno lo volesse tocca prenderlo dal sito della Planet?)

Oltre a We never learn, Planet ha annunciato l’arrivo di altri 3 manga.
Plunderer, di cui è recentemente uscita anche una versione anime.
Ragna crimson, manga fantasy, dungeon, draghi e combattimenti.
Kimi wa 008, chiamato “Agente 008” l’ultimo lavoro dello stesso mangaka di Kenichi.

(Quindi saltano del tutto il suo lavoro precendente “Tokiwa Kitareri” che era anche concluso?)

Se il post ti è piaciuto
Followami

Commenta
Lascia Like
Passa dai social
Grazie per la lettura

(non so scrivere, faccio un sacco di errori e
non pubblico nessuna recensione, commento roba e basta)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: