L’ispettore Gadget: S1 ep2

Siamo in città, una metropoli gigantesca e pulsante di vita, tutto è moderno e tecnologico ma qualcosa non và, il traffico è completamente fermo, le macchine sono attaccate le une alle altre impossibilitate a muoversi.
La coda, tra suonate di clacson, và avanti per chilometri ma a cosa è dovuto tutto questo disastro?
Un’apocalisse Zombie?
No peggi, è quell’insaccato di Gadget che nell’ora di punta si è fermato in uno degli incroci più trafficati perchè gli sono cadute le valigie dal tettuccio.
(Che uomo di legge, un’esempio per il popolo)

(Alla fine trovate il link agli altri episodi)

Dopo aver sistemato la questione bagagli, Gadget viene avvicinato da Quimby, il quale gli assegna un nuovo incarico, questa volta Artiglio avrebbe eretto una base segrete nella vicina campagna e camuffato da granaio progetta di lanciare un missile.
(Quimby si becca la sua solita esplosione del bigliettino in piena faccia, sono i rischi del mestiere)

Il trio composto da Gadget, Penny e Bravo si mette subito in marcia, la località da raggungere non p troppo lontana ma sfortunatamente già dal primo momento, si scopre che tutti gli abitanti sono scagnozzi di Artiglio e provano con ogni mezzo ad eliminare gli invasori.
Letteralmente, con ogni mezzo, provano persino ad uccidere Gadget soffocandolo e schiacciandolo sotto una montagna di pecore mentre quest’ultimo dorme.
(Alla fine non è cos’ terribile per Gadget, lui neanhce se si accorge di essere in pericolo di vita)

Inseguendo i 2 tira-pecore, l’ispettore finisce per raggiungere la cima di un silos per la conservazione del grano, solo che al suo interno non c’è il grano ma bensì il missile.

Il piano di Artiglio stà andando nel verso giusto, infatti Gadget si addentra sempre di più nelle profondità del silos, questo per il boss malvagio è lo scenario migliore.
Sia che scopra il missile, sia che non lo faccia, ormai il detective si trova in una posizione di svantaggio e appena il missile verrà lanciato, il nostro ispettore finirà arrostito dalle fiamme provenienti dal razzo.
NO PROBLEM, arrivano gli ossi duri, Penny e Bravo sfondano la parete del silos e si introducono al suo interno.
Agitando pulsanti a caso del suo orologio, Penny riesce a scandagliare il missile e individua subito il punto debole del macchinario, ora tocca a Bravo.
Il cucciolo si lancia senza esitazione (più o meno) sui cavi che sono collegati al meccanismo di lancio e con un paio di cesoie taglia per sempre i fili e con essi, ogni speranza di lancio del razzo.

Ancora una volta, quando Quimby e gli altri reparti della polizia raggiungono il luogo, tutto il merito và all’incredibile, mirabolante, entusiasmante, stortissimo e ritardatissimo, GADGET.
(L’eroe che la città merita e di cui ha bisogno)

<– Episodio precedente / Episodio successivo –>

Se il post ti è piaciuto
Followami

Commenta
Lascia Like
Passa dai social
Grazie per la lettura

(non so scrivere, faccio un sacco di errori e
non pubblico nessuna recensione, commento roba e basta)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...