Dragon Quest 1 NES: Pt.3 Kol

dragon quest 1 nes guida

In questa parte della “guida” (non è una vera guida ma più un let’s play per divertirci) ci dedichiamo al farming, tanto c’è poco da fare, bisogna livellare un pò altrimenti proseguire diventa impossibile.
Nell’area circostante troveremo dei Magidrakee, sarebbero i pipistrelli rossi, la versione più forte dei pipistrelli base.

A dire il vero forse sono anche troppo forti.
(Aaaaaspetta, so già che stai scrivendo un commentino salato dicendo quanto fanno schifo e io dico che sono forti solo perché sono scarso)
Dico forti perché anche quando sarete di livello un tantino più alto, ci vorranno almeno 2 colpi per stenderli, questo si traduce in un minimo di un’attacco avversario ricevuto e visto che il ricavato di exp e gold non è così alto, ci sono nemici più vantaggiosi da uccidere.
(Tipo i magician, che dopo aver preso l’ascia, saranno molte volte oneshottabili)

(Alla fine trovate il link alle altre parti)

Ora siamo ad un livello decente.
Ascia presa.
Finalmente possiamo azzardarci ad esplorare un tantino di più la mappa.
Torniamo indietro in direzione del palazzo per curarci un pò nella fidata locanda da 6 gold a notte e ripartiamo.
Ci dirigiamo sempre a nord ma invece di andare a sinistra verso Garinham, prendiamo la strada di destra.
Dopo poco troverete un ponticello da attraversare.
(Volendo si più anche passare da sotto ma c’è la palude, un tipo di terreno che se calpestato infligge danni, in più non ci sono reali vantaggi a passare li, perciò prendete il ponticello, fidatevi)

Continuando a destra raggiungerete un grande spiazzo con a nord la cittadina di Kol e a sud la caverna immezzo alla palude.
(Al suo interno troverete la principessa ma a sorvergliarla, c’è un drago verde che al momento è troppo forte)

Andiamo a Kol, la particolarità della città, è che la vita di tutti i giorni è perfettamente integrata con la natura.
Infatti Kol si trova al centro di un gigantesca foresta, non esistono mura vere e proprie, anche all’interno dei confini cittadini, ci sono alberi ovunque.

Al momento non c’è molto da fare, però ci sono alcune armature interessanti .
In città è recuperabile il flauto delle fate, (in teoria, se non avevate già giocato altre versioni del gioco, non dovreste ancora sapere che si trova li ma ok io ve lo dico, poi decidete voi) per trovarlo dovrete usare il comando ‘cerca’ in uno specifico quadratino, qualche casella sotto la sorgente d’acqua.

Una volta lasciato Kol, prima di tornare indietro, potrete trovare un passaggio tra le montagne per raggiungere una zona che prima era inaccessibile.
Qui troverete una scalinata che vi porterà direttamente allo studio di un mago, il quale soddisfatti certi requisiti, vi consegnerà la staffa della pioggia, purtroppo per ora non serve ma ricordatevene perchè tra poco ci servirà.

Per ora il nostro dovere l’abbiamo fatto, prossime tappe:
La caverna tra le montagne a sud di Gariham e ancora più a sud l’haukness village.

<— Parte Precedente / Parte successiva –>

Se il post ti è piaciuto
Followami

Commenta
Lascia Like
Passa dai social
Grazie per la lettura

(non so scrivere, faccio un sacco di errori e
non pubblico nessuna recensione, commento roba e basta)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: