Yu-Gi-Oh! MRD: Metal Raiders [Analisi Set]

Passate qui se non conoscete il Goat Format o se volete ripassare qualche regola

Oggi faremo un bel tuffo nel passato per tutti coloro che amano Yugioh e vogliono conoscere meglio questo mondo e tutto ciò che è stata la sua genesi nel corso degli anni.
Parleremo insieme della storia e delle curiosità di uno dei set più amati dai vecchi giocatori di Yugioh; Predoni Metallici.
Questo rappresenta il secondo pacchetto di espansione uscito in Europa dopo La Leggenda del Drago Bianco Occhi Blu (LDD/LOB).
Rilasciato nel 2002/2003 rappresenta l’unione di 2 set giapponesi, Revival of Black Demons Dragon e appunto Metal Raiders.
Il primo era composto da solo 60 carte, mentre il secondo da 84, questi furono fusi insieme e portati fuori dal paese del sol levante, come una unica espansione da 144 carte.
(2 Secret, 10 Ultra, 10 Super, 22 rare e 100 comuni)

Il pool di carte al suo interno fu molto determinante per l’andamento futuro del gioco ed ancora oggi rappresenta uno dei set più grandi che non contiene ristampe.
Questo perchè essendo ancora giovane come gioco, la Konami voleva imporre subito la sua presenza sul mercato, già al tempo infatti c’erano diversi altri concorrenti a battersi il titolo di re dei giochi di carte tra cui Pokemon TCG e Magic the Gathering.
(E sapete bene che il mercato dei giochi di carte è spietato, o parti bene e non ti fermi mai o finisci nell’oblio dopo pochi anni, guardate quanti altri giochi esistono ma sono mezzi dimenticati)

Vi ricordo che al tempo, ogni pacchetto aveva garantita solo 1 rara e non carte di valore maggiore come accade oggi con le Super rare.
Questo per il mercato sia del tempo che moderno, significa solo una cosa; “le carte rare costano un botto e si fa fatica a procurarsele”.
Immaginate al tempo, quasi 20 anni fa, non esistevano tutti i mercati online come ora, o almeno per molti erano ancora poco conosciuti e non era semplice ordinare carte sfuse, capitava spesso che anche le Ultra fossero quasi introvabili.
(Seriamente, se anche voi eravata giocatori al tempo, vi ricorderete le bestemmie per trovare le Mirror Force, i Solemn Judgment ecc.ecc. praticamente se non avevi qualcuno del tuo negozio di fiducia che le aveva, era quasi impossibile sperare di trovarle)

Counter trap
Visto che sopra vi ho nominato i Solemn Judgment, bisogna citare il fatto che questo set fu il primo a mostrare al mondo la meccanica delle “Counter Trap” meccanica che ancora oggi è molto presente e resta sempre apprezzata ed utilizzabile.
Le counter trap, sono quelle trappole con il siboletto della freccia in alto a destra, hanno le stesse regole di utilizzo delle altre trappole, ovvero devono essere settate e non possono essere usate immediatamente, ma aggiungono il fatto che una volta girata una carta counter, da quel momento in poi ogni giocatore potrà mettere in catena solo altre carte con il simbolo counter.
Questo per il tempo, ma ancora oggi, rappresenta un grande vantaggio tattico.
Visto che le scelte erano poche, quando si attivava una counter si era sicuri al 90% che quella catena si sarebbe risolta in nostro favore e che l’avversario non avrebbe potuto fermare la nostra mossa.
Qualche esempio dei carta famosa con questa dinamica, rilasciata in Predoni Metallici è Solemn Judgment, Magic Jammer, Seven Tool of the Bandit e Horn of Heaven.
(Tutte rilasciate come Ultra rare)

I mostri effetto
Come dicevo sopra, questo set rappresenta il primo passo per far ingranare per bene il gioco.
Konami inserì molti mostri con effetto, rispetto alla miriade di mostri normali del set precendete.
La mossa fu azzaccata ed apprezzata dai giocatori, questo puntare maggiormente sugli effetti e sulle interazioni tra carte, invece che alla sola forza di ATK e DEF segna ancora oggi lo standard del gioco.
Capitava spesso che inizialmente i mazzi avessero mostri normali (vanilla/gialli) scelti unicamente per i valori di attacco, questo andava a limitare molto le scelte in fase di deckbuilding.
Ovviamente venivano scelti solo i mostri migliori e tutti quelli con meno attacco venivano scartati e reputati inutili.
Il puntare sui mostri effetto invece, cambiò la visione del gioco, ora era preferibile giocare mostri con attacco o difesa minore ma che in compenso avessero un effetto utile.
Questo rendeva accessibili giocate molto più complesse e ragionate.

Carte più famose
Tra le carte più influenti e conosciute, abbiamo Cambiare Idea, (che nella banned del Goat Format fu subito bannata per la sua potenza eccessiva) Forza Riflessa, Tempesta Potente, Lady Arpia, (quella originale, nei pacchetti dell’epoca era possibile trovarla con l’artwork giapponese, prima che venisse censurata) Time Wizard, (non è mai stata usata troppo come carta, neanche nel Goat Format, ma per gli appassionati dell’anime è indimenticabile) Sangan, (prima dell’errata era una delle staple presente in ogni mazzo del tempo) Kuriboh (anche questa non è mai stata usata troppo come carta ma anche lei farà affiorare parecchi ricordi agli appassionati della prima serie e del GX).

Se vi interessa il formato passate qui per altri articoli in merito

Se il post ti è piaciuto
Followami

Commenta
Lascia Like
Passa dai social
Grazie per la lettura

(non so scrivere, faccio un sacco di errori e
non pubblico nessuna recensione, commento roba e basta)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...